Home » BLOG » Compostaggio di Comunità: L’amministrazione nega il suo programma elettorale e conferma le stesse tariffe Tari

Compostaggio di Comunità: L’amministrazione nega il suo programma elettorale e conferma le stesse tariffe Tari

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Di Movimento 5 Stelle SMCV

Se qualcuno poteva avere ancora qualche dubbio dopo la risposta del consigliere Mastroianni c’è solo la certezza che la nostra amministrazione non ha assolutamente preso in seria considerazione la manifestazione di interesse emessa per i comuni dalla Regione Campania per l’istallazione gratuita di compostiere di comunità snobbando anche la relativa proposta presentata dal M5S in commissione ambiente.

Il consigliere Mastroianni dice che il M5S ha male interpretato il programma elettorale dell’attuale sindaco Mirra ma in quel programma si citava, parliamo al passato visto che oramai è chiaramente carta straccia, espressamente l’adozione della strategia “rifiuti zero” per la nostra città. Si citava espressamente di “recepire gli obiettivi strategici proposti” e anche si parlava del “coinvolgimento di associazioni ambientaliste”.

Allora il consigliere Mastroianni deve spiegarci come si fa a dire NO ad una proposta della Regione Campania che è perfettamente in linea con la strategia “rifiuti zero” e con le leggi vigenti vedi art. 38 Disposizioni per favorire la diffusione del compostaggio dei rifiuti organici della legge 28 dicembre 2015 n. 221 dove si “…incentivano le pratiche di compostaggio di rifiuti organici effettuate sul luogo stesso di produzione, come l’autocompostaggio e il compostaggio di comunità….”, tenendo presente anche la gratuità per SMCV dell’operazione senza fornire alcuna analisi che giustifichi ai cittadini una decisione perfettamente in opposizione a quanto richiesto dal loro programma elettorale e dalle leggi vigenti.

Sicuramente non possono essere considerate analisi le giustificazioni da lui riportate e dal sindaco che sono quelle si assolutamente demagogiche paragonando le compostiere di comunità allo STIR conoscendo quanto questo ultimo sia mal visto dalla cittadinanza.

La sua è reale DISINFORMAZIONE consigliere Mastroianni, quando agita lo spauracchio dello STIR per giustificare la bocciatura della proposta delle compostiere di comunità.

Così quando parla di risparmi irrisori dovrebbe darci delle analisi supportate da dati per dimostrare ai cittadini quanto sia irrisorio il risparmio che si otterrebbe con le compostiere di comunità visto anche che sta rinunciano a nuovi posti di lavoro a SMCV. Probabilmente molti cittadini non riterrebbero così irrisorio questo risparmio e anche le incentivazioni che le stesse leggi permettono di assegnare ai cittadini che aderiscono al compostaggio. Soprattutto quando poi nello stesso consiglio comunale approva per ancora un anno le stesse tariffe TARI dell’anno precedente senza proporre, dopo 10 mesi di amministrazione, alcuna soluzione migliorativa nella gestione della raccolta dei rifiuti, rimandando ancora una volta di mettere in pratica il SUO PROGRAMMA ELETTORALE.

Eppure sarebbe bastato effettuare delle simulazioni con il programma in carico al comune per il calcolo delle tariffe TARI per verificare i risparmi ottenibili al variare dell’utilizzo di queste compostiere. Ma è assurdo che sia l’opposizione, il M5S, a darle suggerimenti per come supportare le sue stesse tesi.

Ma il M5S fa un’opposizione a cui Lei non è abituato, una opposizione propositiva che aspetta dall’amministrazione risposte altrettanto concrete ma che alla fine diano ai cittadini delle risposte serie e sostanziate e non slogan elettorali che nascondono solamente l’incapacità di questa amministrazione di affrontare i temi necessari a risolvere i problemi della città per non impelagarsi in nuove responsabilità come quelle che sarebbero venute dalla gestione delle compostiere di comunità.

Il consigliere Mastroianni dice anche che la questione è stata ampiamente dibattuta in commissione ambiente ma noi sappiamo, e anche lui sa bene, che in commissione non c’è stata nessuna discussione se no avremmo dovuto ascoltare in consiglio comunale interventi da parte dei consiglieri di maggioranza e presenti anche in commissione ambiente come i consiglieri P. Cipullo e lo stesso presidente di commissione C. Russo a chiarimento della bocciatura.

Il M5S è assolutamente deluso di interloquire con una amministrazione che non si dimostra all’altezza di una opposizione propositiva e che fa rimanere ancora ferma per chissà quanto tempo questa città senza affrontare i problemi della gestione dei rifiuti come ce lo chiedono oramai da tempo i cittadini ma anche l’Europa rispetto alla quale ricordiamo questa Regione sta ancora pagando multe per non aver rispettato gli impegni assunti in sede comunitaria.

 

Qui alcuni comuni che hanno aderito

Caserta

San Tammaro

San Marcellino

Casoria

San Prisco

Mondragone

Napoli

Castelvolturno

Sala Consilina

Mariglianella

Napoli

Boscotrecase

Salerno

Maddaloni

Castelvolturno

Angri

San Nicola la Strada

Mondragone

Airola

Sala Consilina

Marcianise
Share Button
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*