Home » BLOG » Isola ecologica: ancora nulla di fatto

Isola ecologica: ancora nulla di fatto

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.
COMUNICATO STAMPA  del 17/10/2018
Di Movimento 5 Stelle SMCV

Il Movimento 5 Stelle di Santa Maria Capua Vetere, ha protocollato il giorno 12 ottobre, una diffida nei confronti del Comune Sammaritano in persona del suo Sindaco Dott. Antonio Mirra, affinché riattivi l’isola ecologica e tutti i servizi sospesi previsti dal capitolato d’appalto in materia di raccolta dei rifiuti.

In data 29 Gennaio 2018, infatti, in seguito ad un accertamento delle forze di polizia competenti furono riscontrate delle gravi carenze autorizzative indispensabili per il funzionamento dell’unica isola ecologica comunale che comportarono la chiusura della stessa e la sospensione dei servizi strettamente legati a quest’ultima quali ad esempio il conferimento dei rifiuti ingombranti.

Poiché questa  chiusura cagiona un gravissimo disservizio per la cittadinanza e dal momento che in tale lasso di tempo non è stato fatto abbastanza, nonostante un incontro tra un gruppo di Cittadini ed il Sindaco avvenuto il 10 Settembre 2018, il Movimento 5 Stelle Sammaritano ricorrerà a tutte le azioni che la legge mette a disposizione per fare ripristinare quanto sopra citato a beneficio dei cittadini.

A supporto di questa esigenza e di questa volontà ci sarebbe, oltre che il buon senso, una copiosa giurisprudenza in materia prima tra tutte la recente sentenza della Cassazione n° 6269/41/2018 e l’ordinanza della sezione tributaria civile della Cassazione secondo le quali questi grave tipo di disservizi in materia di raccolta dei rifiuti possono dare diritto a forti sconti sulla tassa dei rifiuti.

Con la diffida recentemente protocollata, Il Movimento 5 Stelle di Santa Maria Capua Vetere diffida l’amministrazione Comunale ad adempiere, entro e non oltre il termine di 30 giorni a:

  1. ripristinare L’isola ecologica e tutti i servizi  di raccolta previsti dalla legge e dal capitolato d’appalto sopra citato
  2. ripristinare il servizio di raccolta dei c.d. rifiuti ingombranti

Decorso inutilmente tale termine, sarà richiesto come previsto dalle giurisprudenza sopracitata un rimborso della Tari o uno sconto sulle bollette del prossimo anno anche con apposite azioni legali alle quali sarà invitata a partecipare tutta la cittadinanza.

Share Button
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*